storia di genova a fumetti

Enzo Marciante
Editore: COEDIT; 2 edizione 2012

Seconda edizione, questa volta a colori, della storia di Genova a fumetti.

Genova ha un passato glorioso ed eccitante, uno stato leggero, non convenzionale, clan familiari spesso in lotta tra loro, ma sempre uniti contro tutti coloro che volevano insidiarne la liberta, l'indipendenza e i commerci.
Ora questa grandiosa graphic novel fa rivivere le piccole e grandi storie che hanno fatto di Genova una tenuta repubblica marinara e una potenza economica in grado di prestare denaro a tutte le monarchie d'Europa. Qui il linguaggio del fumetto dà il massimo rendimento in fatto di vivacità e dinamicità al racconto che si attualizza anche per il sapiente e non invadente utilizzo di espressioni dialettali.

Un valore aggiunto al sapore antico di cose belle e nobili, il tutto per tramandare vicende che da sole sono loro stesse una storia: l'affascinante racconto del nostro passato.


La Feltrinelli

clicca per acquistare

Amazon
- in vendita a € 24,90
clicca per acquistare

Libreria universitaria.it - in vendita a € 19,90

clicca per acquistare


Storia di Genova a colori – Dicembre 2012

Prefazione

Nascita della Storia
Alla base delle radici più profonde del mio percorso professionale c'è lei, Genova, città diversa (se n'era già accorto Dante, accusandone i cittadini...) quasi unica, rimasta austera sotto la nuova pelle dei cambiamenti, meglio compresa dai foresti che dai suoi, capace di tramonti infuocati; con onde di ardesia grigio-perla che modellano il profilo sottostante le luminosità coloratissime dei cartelloni pubblicitari, capace di riproporre ancora le lontane atmosfere dei caruggi, specialmente se questi sono resi lucidi dalla pioggia delle buie sere d'autunno, nelle crose superstiti ancora in grado di creare incanti ottocenteschi di edere e aghi di pino tra muri, resi severi dai cipressi...! Quella Genova di cui ignoravo sostanzialmente le origini sia architettoniche che culturali, di cui intuivo però, un passato per forza ricco di misteriosi eventi, senz'altro ricco di spunti incredibili e gustosi che, a me debuttante scrittore per immagini o più modernamente Cartoonist, avrebbero sicuramente stimolato tavole intriganti. Una città di tali proporzioni, con evidenze così importanti, con una fama leggendaria la cui eco giunge da millenni di Mediterraneo, non poteva certo difettare di vicende eccezionali, di stature umane di altrettanta grandezza...e quindi le ho indagate, cercate e "tradotte" in questa mia opera prima, che fu per un ventenne esordiente l'ingresso ufficiale nel mondo del narrare disegnando, della professione di Cantastorie Grafico. La riletture di queste tavole, riemerse da una decantazione di alcuni decenni, da un mio tempo per certi versi eroico e incantato, mi pone oggi a confronto con un altro me stesso: quello goliardico e scoppiettante di inventiva fantastica della gioventù, già molto attento però al rigore storico, alla fedeltà del tratto ricostruttivo. Un aspetto cui sono fondamentalmente rimasto fedele, nelle opere successive, fino al recente volume dedicato al Porto. Quest'ultima opera, necessario contraltare della Storia della Città, raggiunge la completezza del progetto e chiude il cerchio: Genova non può esistere in pieno se non si ammette e si considera l'evidenza Portuale. Ed ancora una volta trovai utile affidare il compito di reggere le fila del difficile racconto, delicato quanto responsabile, al grande Nonno Arturin. Gran pescatore della Foce, realmente vissuto al tempo della mia infanzia, Arturin vendeva il pescato della notte girando i cortili di Albaro al mattino. Persona di grande ricchezza umana, pittoresca quanto reale, ho deciso di farne il protagonista della saga cittadina, affiancandogli la metafora del giovane lettore curioso, divertente e spensierato, quel piccolo Polpo che tanto ha lasciato di sè nel ricordo dei lettori iniziali! Il successo riscosso da Nonno Arturin e dal suo Polpo mi ha convinto ad adottarli come mio stesso simbolo grafico.

A loro la mia gratitudine!

arturin e il polpo